ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE
ANGELO RAFFAELE CHIARELLI
MARTINA FRANCA
 

BES

 

Il concetto di Bisogno Educativo Speciale è una macrocategoria che comprende dentro di sé tutte le possibili difficoltà educative-apprenditive degli alunni. Tutte queste situazioni sono diversissime fra di loro, ma c’è però un dato che le avvicina: il diritto a ricevere un’attenzione educativo-didattica sufficientemente individualizzata ed efficace.

La classificazione OCSE individua tre tipologie di studenti con BES:

  Alunni con disabilità

  Alunni con disturbi evolutivi specifici

  Alunni con svantaggi

L’orientamento italiano dell’inclusione scolastica è considerato un modello di riferimento tra i più avanzati al mondo. Nella maggior parte di casi, l’insegnante ha di fronte classi con disabilità miste, formate da alunni che possiedono competenze a livelli diversi. È quindi necessario trovare soluzioni differenziate e adattabili alle capacità di tutti, personalizzandole attraverso l’elaborazione di un percorso individualizzato, anche con la redazione di un Piano Didattico Personalizzato, che funga per gli insegnanti da strumento di lavoro  e per le famiglie da documento per conoscere le strategie di intervento programmate. Inoltre le scuole possono avvalersi per tutti gli alunni con BES deglistrumenti compensativi e delle misure dispensative.

Piano Annuale d'Inclusione 

 

Seminario di Studio

Monopoli 3-4 Dicembre 2013

seguito dalla prof.ssa Rita Semeraro

Gruppo di Lavoro

da sinistra: Ispettore Donato Marzano (traduttore), Prof.ssa Annalisa Rossi, Dott. Theo Peeters, Dott. Marco Bertelli,  Dirigente USR Puglia Anna Cammalleri, Dott. Louis Salvador Carulla, Dott. Cesare Porcelli,  MIUR Direzione Generale Raffaele Ciambrone.

...continua...

  Brochure Seminario

  Intervento Ispettore Marzano

  Intervento prof.ssa Annalisa Rossi

  Intervento dott. Theo Peeters

  Intervento dott. Marco Bertelli

  Intervento dott. Louis Carulla

  Intervento dott. Cesare Porcelli