Biennale della Memoria

 

Biennale Memorie

 

L’iniziativa, promossa e curata dall’Associazione italiadecide, capofila, e dall’Istituto della Enciclopedia Italiana, si svolgerà con cadenza biennale nelle città di Matera e di Martina Franca, secondo un asse culturale che lega territori, seppur diversi, accomunati da una medesima antropologia, dalla civiltà della pietra, da strategie amministrative incentrate sulla bellezza e la valorizzazione delle risorse e dei beni culturali.
La memoria è civiltà, perché è proprio delle nazioni civili ricordare le tappe della storia dell’umanità, le sue conquiste e le sue tragedie. I popoli in crisi di identità, o barbari o primitivi smarriscono il senso di sé, vivono istante per istante, senza conoscenza del passato e quindi senza consapevolezza del futuro. La memoria, inoltre, è una grande piattaforma umana sulla quale si incrociano le scienze più diverse, la medicina, la musica, la letteratura, la cinematografia e la fotografia, la genetica e l’astrofisica, la storia e la letteratura.